Torna alla Home
Ti trovi in: Home  »  paesi del Cilento  »  Laureana Cilento

Laureana Cilento

Molti centri del Cilento interno devono la loro formazione alla nascita di un nucleo abitativo concentrato intorno alle laure, le celle di monaci basiliani in grado di offrire conforto materiale e spirituale alla popolazione. Lo stesso fenomeno probabilmente determinò la nascita di Laureana.
Il centro si sviluppò sotto i Longobardi attorno al Castellum Lauri, fatto costruire sul finire del IX sec. dal conte Guido. Il toponimo è citato per la prima volta nel 1058. Appartenendo alla Baronia di Cilento, possesso della famiglia dei Sanseverino, ne seguì le alterne vicende.
Si pensa che Laureana fosse la capitale del Cilento; questa tesi è avvalorata da numerosi elementi: sorgeva sulle principali vie di comunicazione e nel 1489 era il paese più popoloso e sede di numerose famiglie nobili.
Al comune appartengono le frazioni di Matonti e San Martino Cilento. Da vedere: la Cappella dell'Assunta del XIV sec.; la Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Paradiso del XVI sec.; la Cappella di San Cono del XVI; palazzo Del Mercato dall'impianto originario di XIV sec.; palazzo Bambacaro del XVI sec.; il convento di San Michele del XVI sec., ma riedificato in epoca recente; la Chiesa della Madonna dell'Acquasanta anteriore al XVII sec. epresso cui secondo la leggenda avrebbe sostato San Paolo.